giovedì 21 febbraio 2013

Ricordi di Sicilia












































In questi giorni sono in vena di pensieri caldi, memorie di viaggi molto molto dolci...
sarà la classica scusa per preparare cibo calorico?
A volte per coccolarsi un un po' serve un bel salto nel passato, altre volte serve scappare lontano!
E a questo proposito oserei proprio dire: erano anni che dal mio forno non uscivano brioches!
Una volta, alla domenica mi alzavo di buon'ora, quando ancora la casa dormiva, (termosifoni compresi!), a passo felpato mi intrufolavo in cucina ed armata di tanta buona voglia impastavo
queste dolcezze, attendevo con pazienza il tempo della levitazione ed infornavo per l'ora di colazione... altri tempi!!
Ora mi servono le cannonate solo per aprire gli occhi e prendere contatto con il mondo... sarà l'età!?
Ieri mentre cercavo qualcosa tra le pagine sconnesse del ricettario ha rapito la mia attenzione
la carta giallo paglierino un po' scolorita e macchiata su cui anni fa avevo appuntato la ricetta in questione.
Sul retro di questo pezzo di carta compariva una frase in siciliano con ricetta annessa, che di certo risale al mitico viaggio "téte a téte"  nei dintorni di Trapani  quasi dieci anni fa.
Ricordo con precisione il pasticcere che mi fece assaporare le "iris" alla ricotta e alla crema di pistacchio! Era maggio e l'aria sapeva di mare, sole e di natura! La tentazione è stata troppo forte, anziché ricordare solo con la mente...ho impovvisato le mie brioches vecchia maniera con ripieno siciliano!


 Brioches ricotta e cioccolato

Ingredienti:

per l'impasto:
260 g di farina
80 g di zucchero ed un cucchiaio
1 uovo piccolo
45 g di burro fuso e 20g
20 g di lievito di birra
latte 120g e 50 g

per il ripieno:
100 g di ricotta di pecora
2-3 cucchiai di gocce di cioccolato
2 cucchiai di zucchero

Sciogliere il lievito nei 120 g di latte tiepidi con lo zucchero.
Mettere la farina in una ciotola ed aggiungere il latte con il lievito, il burro fuso e l'uovo.
formare l'impasto, un po' appiccicoso e lasciar lievitare coprendo il recipiente 40 minuti
vicino ad un termosifone (acceso!), oppure semplicemente lontano da correnti d'aria.
Preparare la farcia unendo in una ciotola ricotta, cioccolato e zucchero, mescolare bene.
Trascorso il tempo necessario, riprendere l'impasto, lavorarlo un po' e formare 9 pallette* schiacciarle formando una fossetta che andrà riempita ciascuna con un cucchiaio di ricotta e richiuse sigillando bene ogni parte della pallina.
Disporre le palline in una teglia foderata con carta forno: la forma sceglietela voi, l'importante che stiano una accanto all'altra distanziate di mezzo cm.
Lasciar lievitare ancora per 30 minuti. Sciogliere il burro nel latte scaldandoli a fuoco lento. unire lo zucchero. Cospargere la brioches con il latte ed infornare subito a 200° per 40-50 minuti.
Trascorso un tempo inferiore potrebbe scurirsi la superficie, quindi coprirla con carta d'alluminio.
Una volta cotta sfornare e se la parte esterna risultasse troppo bagnata lasciar asciugare per qualche altro minuto in forno senza teglia. Servire tiepida o fredda.

*nella mia foto si contano 8 pallette/porzioni, perché non avevo una teglia sufficientemente grande per disporle a cerchio. Va benissimo una teglia quadrata o rettangolare.

7 commenti:

  1. Quanto mi manca la neve! Qui a Roma non ce n'è neanche l'ombra..
    Ma gran bel dolce, soprattutto il ripieno!
    Buona giornata,
    Andrea

    RispondiElimina
  2. Buonissimo questo dolce!! Ciao Eleonora

    RispondiElimina
  3. voglio anch'io l'p

    RispondiElimina
  4. Ma che dolce favoloso!Come è soffice ..è preparato molto bene complimenti sei brava!Ciao e a presto Lia

    RispondiElimina
  5. Ricordi di panelle, granite, brioche con gelato, cannoli e cassate... e che ricordi... :-)

    RispondiElimina